Language

Currency

日本をめぐる旅〜天空の聖地、高野山

Esplorare il Giappone – Koyasan, un luogo sacro ad un passo dal cielo

Il Koyasan è conosciuto come un luogo sacro per il buddismo esoterico Shingon, situato fra i monti ad un’altezza di 800m, nella parte settentrionale della prefettura di Wakayama. Nonostante il suo nome Koyasan (san = montagna), è in realtà una valle circondata da otto montagne alte circa 1000m. Per via di questa topografia, il Koyasan è paragonato a un fiore di loto. Il loto, il cui gambo cresce dal fango e fa fiori belli e puri, ha un significato speciale nel buddismo. Questo articolo condurrà il lettore in viaggio in una città religiosa ad un passo dal cielo, che è separata dal mondo presente.

 

Storia di Koyasan

Il Koyasan venne fondato da Kobodaishi Kukai come complesso monastico Zen nell’816. L'intera area di Koyasan è considerata il recinto del tempio Kongobuji.

Kukai era un monaco del periodo Heian ed è conosciuto come il fondatore della setta Shingon. Si recò in Cina alla corte dei Tang come delegato giapponese per studiare il buddismo esoterico, che era stato trasmesso direttamente dall’India, e dopo essere tornato in Giappone fondò la setta Shingon che venera Dainichi Nyorai. Kukai arrivò a Koyasan dopo aver cercato un luogo adatto per insegnare e praticare la dottrina. La leggenda dice che Kariba Myojin, la divinità di Koyasan, si trasformò in un cacciatore con cani bianchi e neri e condusse Kukai in questo luogo.

Il Koyasan, che si è sviluppato come città religiosa come nessun’altra in Giappone, ha attualmente 117 templi, e la fede è ben viva nel cuore della gente del posto. Nel 2004, è stato iscritto nel patrimonio mondiale di interesse culturale dell’UNESCO come “Siti sacri e percorsi di pellegrinaggio nella catena montuosa di Kii”. Molti turisti si recano qui da tutto il paese e da tutto il mondo.

 

Principali attrazioni del Koyasan

Tempio Koyasan Kongobuji

È il tempio principale dei 117 presenti a Koyasan e dei 3.600 esistenti a livello nazionale della setta Koyasan Shingon. Ci sono molti punti d’interesse, come la maestosa sala del santuario principale, il più grande giardino di pietra del Giappone, chiamato il “Banryutei”, il quale rappresenta un drago che emerge da un mare di nuvole, e splendidi fusuma (porte scorrevoli) dipinti da pittori della scuola Kano.

Koyasan Okunoin

Il santuario dove Kukai meditava. Lungo il sentiero di 2 km, dall’entrata di Ichinohashi al mausoleo dove riposa Kukai, ci sono cedri centenari e numerose pietre tombali. Una volta entrati, si viene avvolti da un’atmosfera misteriosa che trasmette la sensazione di essere in un altro mondo.

Danjo Garan

Il primo auditorio creato da Kukai. Garan significa “un luogo pulito dove i monaci si riuniscono e praticano la dottrina”. Qui i monaci apprendisti possono essere visti ancora oggi. Tra i 19 edifici, spicca la pagoda Konpon Daito dipinta di rosso, la cui decorazione interna rappresenta il mondo del Mandala.

Nyonindo

Il nyonindo, o sala delle donne, era un luogo di culto dedicato alle donne quando era loro proibito entrare nel tempio. Le donne a quel tempo potevano solo stare qui e pregare il lontano mausoleo di Kukai.

Ferrovia Kouyahana “Tenku”

Un treno turistico che collega la stazione Hashimoto della ferrovia elettrica Nankai alla stazione Gokurakubashi, sita a 19,8 km di distanza e con un dislivello di 443 m. Offre posti a sedere privilegiati da dove si può godere di un’ampia veduta dai grandi finestrini e un’area scoperta da dove si può sentire l’aria di montagna. Tutto ciò farà sicuramente aumentare l’entusiasmo per il viaggio.

 

Alloggiare a Shukubo

Lo shukubo è una struttura alloggiativa all’interno di un tempio allestita per i fedeli e i visitatori. Nei 50 e più shukubo presenti a Koyasan chiunque può soggiornare, indipendentemente dalla religione o dalla setta di appartenenza. È popolare tra i turisti perché si possono ammirare edifici di valore storico, statue di Buddha e bellissimi giardini.

Qui si possono sperimentare la “cucina buddista” senza carne né pesce, la “copiatura dei sutra” in cui si copiano i sutra buddisti, la meditazione “Ajikan” della setta Shingon, la “pratica del mattino” in cui si lavora sui sutra e si prega dalla mattina presto, ecc.

Se si visita Koyasan, perché non soggiornare in uno shukubo e passare dei momenti indimenticabili?

 

Il Koyasan, circondato da cime alte 1000 metri, è un luogo sacro per il buddismo esoterico Shingon. Venne fondato da Kobodaishi Kukai come complesso monastico Zen. Con una storia di più di 1200 anni, è un luogo raro dove si condensano tradizione, cultura e natura. È il luogo per dimenticare il trambusto della vita quotidiana e immergersi nel mondo di Buddha.

Older Post
Newer Post

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Search

メインメニュー

Shopping Cart

Your cart is currently empty.
Shop now